Podologo San Giovanni a teduccio (Napoli) e Giugliano in Campania | Podologia Pacilio

Podologia Pacilio | Giugliano in Campania e San Giovanni a Teduccio (Napoli)

Ortosonnia, l'ossessione del sonno perfetto sempre sotto controllo

  L’ossessione di un sonno perfetto, perseguita monitorandolo in maniera spasmodica tramite i dispositivi elettronici lo tracciano, alcuni dei quali sono anche fitness tracker, rilevano cioè anche il livello di attività fisica. È questo un nuovo disturbo del sonno, che gli studiosi hanno denominato ortosonnia (letteralmente sonno giusto, corretto). Questo disturbo, nato proprio in seguito alla sempre maggiore diffusione di dispositivi elettronici in grado di tracciare il riposo (che si stima siano indossati dal 10% degli adulti americani), implica che focalizzandosi sui risultati ottenuti ci si auto-diagnostichi dei disturbi del sonno, come una durata insufficiente o l’insonnia a causa di periodi di dormite leggere o irrequiete, da cui magari non si è affetti. Questo comporta come conseguenza la ricerca ossessiva di una notte di sonno perfetto, perché in sostanza con i dispositivi si rafforza una sorta di ‘perfezionismo’ sul riposo.
    Del tema si è occupato uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Sleep Medicine, condotto dalla Rush University Medical School e dalla Feinberg School of Medicine della Northwestern University, entrambe a Chicago. Tre i casi clinici riportati. Nel primo, esemplificativo, un uomo adulto ha chiesto aiuto medico per il trattamento di “irritabilità, difficoltà cognitive e fatica”, che collegava ai giorni nei quali non faceva otto ore di sonno completo, secondo quanto riportato dal dispositivo che lo tracciava. L’uomo aveva iniziato a monitorare il riposo con un fitness tracker regalato dalla fidanzata un anno prima e come negli altri casi appariva preoccupato per periodi di ‘sonno irrequieto’o che considerava poco efficiente.
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *